Anonimo

Novellino

La rivincita (a parole) dei poveri sui ricchi

Potremmo dire che quelli del Novellino sono, per buona parte, più racconti di parole che racconti di eventi. L’ intreccio conta poco: conta l’uso spiritoso del linguaggio. E dato che il Novellino si rivolge alle persone comuni, non è strano che gli “eroi” del libro siano soprattutto popolani che la spuntano nel conflitto con gente più colta o più ricca di loro. Nella novella 89, per esempio, chi perde la lite verbale è un «uomo di corte», e chi vince è un semplice donzello, un cameriere.

Qui conta d’uno uomo di corte1 che cominciò una novella che non venia meno2

Brigata3 di cavalieri cenavano una sera in una gran casa4 fiorentina, e avevavi5 uno uomo di corte, il quale era grandissimo favellatore. Quando ebbero cenato, cominciò una novella che non venia meno. Uno donzello6 della casa che servìa, e forse non era troppo satollo7, lo chiamò per nome, e disse: «Quelli che t’insegnò cotesta novella non la t’insegnò tutta». Ed elli rispuose: «Perché no?». Ed elli rispuose: «Perché non t’insegnò la restata8». Onde quelli si vergognò, e ristette9.

UNA LEZIONE DI RETORICA  L’ insistenza sul “bel parlare” non è casuale. Parlare bene era – e ha continuato a essere fino a oggi – uno dei requisiti per ben figurare in società. Per questo a scuola si insegnava la retorica, cioè quell’insieme di regole che dicono come bisogna confezionare un discorso, scritto o orale. Quella che troviamo nel Novellino è, per così dire, un’applicazione non scolastica di questa forma mentis, di questa attitudine mentale: ecco come, anche nella vita quotidiana, nelle occasioni più banali, possono essere usate le “arti della parola”. 

Esercizio:

COMPRENDERE


1. Fai la parafrasi della novella.



2. Quali temi affronta?



ANALIZZARE


3. Analizza la struttura sintattica del testo: prevale l’ipotassi o la paratassi?



4. Riassumi in una frase la morale della novella.



CONTESTUALIZZARE


5. Ti è mai capitato di essere zittito da qualcuno con una battuta azzeccata? E di zittire qualcuno allo stesso modo?



Stampa
\r
    \r
  1. uomo di corte: persona abituata a vivere nelle corti; oggi diremmo “uomo di mondo”.
  2. \r
  3. non venia meno: non finiva mai.
  4. \r
  5. Brigata: un gruppo; il verbo al plurale, cenavano, concorda a senso, come se il soggetto fosse “molti cavalieri”.
  6. \r
  7. gran casa: casa di gente ricca.
  8. \r
  9. avevavi: c’era; nell’italiano antico averci, avervi si usava nel senso di “esserci”, come ancor oggi in francese, il y a, e in spagnolo, hay.
  10. \r
  11. donzello: domestico.
  12. \r
  13. forse ... satollo: forse non aveva mangiato abbastanza.
  14. \r
  15. restata: conclusione; cioè, non ti ha insegnato a finirla in tempo, prima di annoiare tutti quanti.
  16. \r
  17. ristette: smise di parlare.
  18. \r
\r