La scoperta del Sud

Nel 1861 il 75% della popolazione italiana è impiegato nell’agricoltura; nel 1914 il 55%; oggi è circa il 5%. Ciò significa che nell’arco di un secolo e mezzo il sistema produttivo italiano ha cambiato completamente volto. Proprio per questo, per comprendere davvero la storia del nostro paese, e anche la sua storia culturale, occorre fare uno sforzo di immedesimazione e riflettere su come doveva essere la vita (i rapporti familiari, le relazioni sociali, la circolazione delle idee) in un mondo nel quale la gran parte della popolazione lavorava nei campi: i saggi e i romanzi scritti nel corso di questo periodo possono aiutarci in tale sforzo.