Inferno - Canto XXI

In questo canto e nel successivo viene rappresentata la «commedia dei diavoli»: le figure grottesche dei demoni, il linguaggio basso e volgare, i motivi della beffa e della rissa riproducono i caratteri della sacra rappresentazone e della farsa popolare tipicamente medievale, dando vita alla scena comica per eccellenza di tutto il poema.