Purgatorio - Canto VI

È il «canto politico» del Purgatorio. Prendendo spunto dall’incontro con il poeta e feudatario Sordello da Goito e dal suo amor di patria, Dante pronuncia la più violenta invettiva contro la decadenza dell’Italia, denunciando le responsabilità tanto della Chiesa quanto dell’Imperatore.