Paradiso - Canto VII

Cantando una lode a Dio, Giustiniano e le altre anime di Mercurio scompaiono alla vista. Dante esita a esprimere un suo dubbio: come è possibile che la giusta vendetta di Dio abbia provocato un’altrettanto giusta vendetta sugli uccisori di Cristo? Beatrice spiega che, dopo il peccato originale era necessario che Cristo scendesse sulla Terra a redimere l’umanità, ma Cristo è uomo e Dio. Nella persona del Cristo la natura umana fu giustamente punita per il riscatto dell’umanità, ma coloro che offesero nella persona del Cristo la natura divina dovevano essere puniti. Fu quindi giusta la vendetta di Dio e giusta la vendetta contro i suoi uccisori.