Purgatorio - Canto XXX

È il canto di Beatrice: qui Dante si ricongiunge alla donna amata, momento culminante del suo viaggio oltremondano. Ma l’incontro è segnato dalla sofferenza per l’abbandono di Virgilio e soprattutto dai rimproveri di Beatrice che ricostruisce la peccaminosa vicenda spirituale del poeta in Terra. Il canto ha un’importanza fondamentale per la svolta narrativa che contiene, rappresentata dalla nuova guida, Beatrice, e per la svolta stilistica: anche la lingua e lo stile si elevano tramite quei caratteri che saranno tipici del Paradiso.